Benvenuti all’
Assemblea dei Cittadini della Svizzera
sulla crisi ecologica e climatica

 

Cos’è un’assemblea dei cittadini?

Le assemblee dei cittadini sono parte della democrazia partecipativa, costituendone la forma più avanzata, deliberativa. È un processo attraverso il quale i cittadini prendono decisioni politiche su questioni di interesse pubblico, come il clima e la giustizia sociale. I suoi membri, che siedono in questo organo decisionale temporaneo affiancando parlamento e governo, sono selezionati in modo aleatorio con lo scopo di formare un campione rappresentativo della società. Durante i lavori, i partecipanti apprendono in modo approfondito le questioni da affrontare, ascoltano gli esperti e le varie parti interessate. Poi deliberano collettivamente e infine formulano raccomandazioni e decisioni (legalmente vincolanti) che saranno poi attuate dalle autorità.

Perché abbiamo bisogno di un’assemblea dei cittadini? 

Il fallimento del nostro attuale sistema politico

Il nostro governo non riesce a reagire alla crescente crisi dovuta al cambiamento climatico. La partecipazione politica attraverso le assemblee dei cittadini affianca un organo decisionale complementare al Parlamento per la durata della legislatura. Una tale assemblea dà vitalità a un meccanismo parlamentare che è costretto dal ritmo del ciclo elettorale a favorire un processo decisionale basato su considerazioni di breve periodo. Permette anche di rappresentare meglio gli interessi dei diversi gruppi della popolazione nelle arene del potere.

L’emergenza climatica richiede risposte basate su una visione a lungo termine e che tengano conto della situazione di tutta la popolazione e non solo di pochi gruppi.

Un'assemblea di cittadini è rappresentativa

A differenza degli organi di potere esistenti, un’assemblea di cittadini è costituita attraverso un processo di selezione che la rende rappresentativa della società. I partecipanti sono selezionati a caso dalla popolazione generale, secondo criteri demografici come il sesso, l’età, il patrimonio etno-culturale, il livello di istruzione, il luogo di residenza, ecc. 

Perché è importante la rappresentatività di un organo di potere? Quando alcune categorie della popolazione sono sovrarappresentate, il processo decisionale è automaticamente orientato verso la difesa dei loro interessi a spese di quelli del resto della comunità.

Questo semplicemente perché è difficile per coloro che sono al potere, se non rassomigliano ai governati, “pensare, sentire, ragionare e agire come il resto della società” (Van Reybrouck, 2014, p.101).

Le decisioni sono prese con una prospettiva a lungo termine

I partecipanti all’Assemblea dei cittadini non sono scelti per rappresentare i partiti politici e non devono essere rieletti. Liberi da questi vincoli, i membri dell’ assemblea (mini-pubblica) costruiscono il loro punto di vista, tenendo conto del loro futuro, quello della loro famiglia e dei loro cari.

Un'assemblea di cittadini è indipendente

Il processo con cui le assemblee dei cittadini funzionano è costruito in modo tale che gli attori esterni abbiano difficoltà a influenzare il processo decisionale. I partecipanti all’assemblea sono così in grado di prendere decisioni basate unicamente sulle loro opinioni informate, sui loro valori e idee di politica pubblica finalizzati al bene comune.

Così, l’assemblea dei cittadini deve essere istituita dal governo ma non dipende da esso.

Viene ascoltata la voce di tutti

Durante la fase di deliberazione, i membri dell’assemblea si riuniscono intorno a tavole rotonde e discutono insieme le loro posizioni. Dei moderatori assicurano che tutti possano parlare e che nessuno domini la conversazione. Questo per garantire che tutti i punti di vista siano ascoltati. Inoltre, i suggerimenti del pubblico possono essere inclusi nelle discussioni.

Come funziona? 

Per maggiori informazioni, clicca qui.

L’Assemblea dei Cittadini d’Irlanda

Domande frequenti

La Svizzera è già una democrazia semi-diretta. Perché abbiamo bisogno di un'assemblea dei cittadini?

È vero che il nostro sistema politico è tra i più democratici del mondo. Tuttavia, si possono notare alcune disfunzioni.

In primo luogo, per quanto riguarda la partecipazione e la rappresentanza politica della popolazione. In primo luogo, il tasso di partecipazione politica difficilmente supera il 40% e spesso sono le stesse categorie di persone a partecipare. In secondo luogo, a causa della natura elettiva del nostro sistema di democrazia rappresentativa, alcuni gruppi sociali sono meno rappresentati in parlamento di altri. Così, gli interessi di diverse categorie della popolazione sono difesi in modo diseguale. Al contrario, un’assemblea di cittadini i cui membri sono estratti a sorte tra la popolazione è rappresentativa di tutta la società e di tutti gli interessi coinvolti.

In secondo luogo, le decisioni prese dalla popolazione in votazioni, iniziative e referendum sono spesso influenzate dalla propaganda dei partiti concorrenti. Tale influenza è resa possibile dal fatto che pochi cittadini sono informati a fondo sulle questioni da votare. Per questo motivo, la partecipazione diretta al processo decisionale politico, che comprenda una fase di apprendimento e di deliberazione, è fondamentale per formare un’opinione informata sugli oggetti in questione.

Perché non cercate di far valere le vostre ragioni attraverso un'iniziativa popolare, come si fa normalmente?

La storia ha dimostrato che le iniziative possono impiegare fino a 10 anni per arrivare a una decisione. Ciò è dovuto a vari fattori, come la mancanza di volontà di prendere decisioni chiare o la paura della minaccia di un referendum. Non abbiamo tempo di aspettare 10 anni per affrontare l’emergenza climatica. Dobbiamo agire ora.