Collegamenti

Assemblee dei cittadini in Svizzera: status quo e sviluppi attuali

Le pratiche deliberative come le assemblee dei cittadini hanno guadagnato molto slancio in tutto il mondo negli ultimi anni (ad esempio in Germania, Scozia, Irlanda, Francia). In Svizzera, tuttavia, lo sviluppo di questo tipo di processo decisionale pubblico è ancora agli inizi.

Alcuni importanti progetti pilota e iniziative attuali sono brevemente presentati qui di seguito:

Assemblea dei cittadini accademici, giugno 2021

L’Assemblea dei cittadini accademici 2021 (ACA21) ha avuto luogo il 4 giugno 2021 e ha prototipato una versione su piccola scala di un’Assemblea dei cittadini. È stata organizzata da Sascha Nick della Business School Lausanne e l’Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL). Circa 60 partecipanti da tutta la Svizzera hanno partecipato online e hanno deliberato un’intera giornata sulle future politiche alimentari ed energetiche. La valutazione di ACA21 è ancora in corso e sarà presto pubblicata sul sito web di ACA21 e Citizens’ Democracy.

Politica Alimentare Comune 2022 (Assemblea dei Cittadini per la Politica Alimentare)

Le associazione Agricoltura con un futuro, Biovision, SDSN e Collaboratio Helvetia lanciano un’Assemblea dei cittadini per la politica alimentare, che si riunirà per la prima volta nel 2022. Il 19 ottobre comunicheranno maggiori dettagli alla Alte Markthalle di Basilea.

Panel di Cittadini per una maggiore protezione del clima 2021

In agosto e settembre 2021 si è svolto a Uster un Panel di Cittadini con 20 cittadini scelti a caso. Il progetto è sostenuto dal Centro per la democrazia (Università di Zurigo) e finanziato dal Dipartimento di giustizia e affari interni del Cantone di Zurigo. Il panel si è concentrato sui settori della protezione del clima, del consumo responsabile e della riduzione dei rifiuti e invierà le sue raccomandazioni alle autorità locali di Uster.

Altri panel sulla protezione del clima sono previsti a Winterthur (primavera 2022) e Thalwil (autunno 2022).

Panel dei cittadini Demoscan (Sion 2019, Ginevra 2021)

Il progetto pilota Demoscan è stato lanciato dal prof. Nenad Stoianovic e altri ricercatori dell’Università di Ginevra.

Durante il primo Citizen Panel a Sion, 20 cittadini scelti a caso della città di Sion si sono incontrati per due fine settimana nel novembre 2019. Hanno deliberato su un’iniziativa popolare federale sulla politica abitativa. Il rapporto di questo panel è stato poi inviato a tutti i residenti di Sion prima che il pubblico svizzero votasse nel febbraio 2020.

Durante il secondo pilota, 20 cittadini di Ginevra sono stati selezionati a caso il 4 giugno 2021. Il loro compito era di deliberare durante due fine settimana di settembre su una questione prevista per una votazione cantonale (pensioni per i consiglieri cantonali) che ha luogo il 28 novembre. Devono produrre un rapporto di due pagine con tre argomenti a favore e contro la proposta in esame, che sarà poi inviato ai residenti prima della votazione.

La prossima è prevista ad Aarau (riforma fiscale) per marzo 2022. Un’altra iniziativa Demoscan, con gli stessi principi, ha riguardato la costituzione di un contratto di quartiere in una zona di Losanna.

Demokratie im dialog

Il progetto Demokratie im dialog è stato creato dal professor Daniel Gut e da altri ricercatori e ha alcune somiglianze con Demoscan. Il tema che sarà discusso nei cantoni di Soletta e Berna è la politica energetica. 50-100 persone selezionate a caso, che riflettono la diversità della popolazione, discuteranno questo tema in due sessioni. Una differenza rispetto ad altri modelli è che dopo la prima sessione il lavoro del panel sarà messo online in modo che altri membri interessati del gruppo iniziale di 2000 persone selezionate a caso possano contribuire con le loro idee. Dopo la seconda sessione una proposta finale viene elaborata e discussa con il governo. Le idee possono essere rifiutate dal governo o dal parlamento. Tuttavia, questo dovrebbe essere giustificato in dettaglio.

Forum dei Cittadini Ginevra

Il forum dei Cittadini Istituito a Ginevra è un’assemblea di 30 persone estratte a sorte, la cui composizione rifletteva la diversità della popolazione ginevrina (età, sesso, livello di istruzione, ecc.). Ha affrontato la questione: “Come vogliamo abitare il territorio ginevrino per vivere meglio insieme nel rispetto della natura e per affrontare il cambiamento climatico? Il forum ha ricevuto una formazione preliminare e ha consultato degli esperti.

Dopo quattro fine settimana di lavoro, il Forum dei cittadini ha adottato 104 misure per rispondere alla domanda.

Consiglio nazionale del clima

In risposta alla crisi climatica, il partito dei Verdi ha recentemente proposto una mozione per un consiglio nazionale deliberativo dei cittadini che affianchi il Consiglio federale e le commissioni parlamentari e dove i membri saranno estratti a sorte.

Citizens’ Democracy

Connecting Swiss deliberative democracy
initiatives & promoting Citizens’ assemblies
EMAIL ADDRESS
contact@citizens-democracy.ch
TWITTER
@CH_CDemocracy